Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies.
Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, clicca qui
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookies

SG Top Navigation

Modalità d'accesso

L’ammissione in RSA

La “domanda di ammissione” in RSA può essere ritirata presso l’ufficio della segreteria della Fondazione o scaricata direttamente dal nostro sito.

>> Scarica la Domanda di Ammissione RSA Padenghe

In qualsiasi momento è data la possibilità all’interessato ed i suoi familiari di visitare la RSA ed i suoi reparti previo appuntamento.

La domanda comprende, una parte amministrativa che può essere compilata o dall’utente direttamente o da un famigliare di riferimento o dall’amministratore di sostegno e una parte dal medico di base.

Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:

  • Fotocopia documento d’identità
  • Certificato di residenza
  • Fotocopia codice fiscale
  • Fotocopia tessera sanitaria
  • Eventuale tessera di esenzione
  • Eventuale verbale d’invalidità
  • Consenso trattamento dati personali/Privacy
  • Scheda di valutazione del Medico di Medicina Generale
  • Autorizzazione mezzi di contenzione
  • Documentazione sanitaria riguardante ricoveri ospedalieri o accertamenti sanitari diagnostici effettuati

La domanda, debitamente compilata in ogni sua parte, deve essere riconsegnata alla segreteria della Fondazione che provvederà a protocollarla con la data di presentazione. L’ammissione in RSA è subordinata alla positiva valutazione del Responsabile Sanitario in merito alle condizioni cliniche dell’utente ed alla conseguente idoneità della struttura a prestare adeguata assistenza.

Nel caso la domanda d’ingresso venga valuta idonea verrà inserita nella lista di attesa, che è regolamentata da apposito regolamento approvato dal Consiglio di Amministrazione, segue il criterio temporale per gli ingressi, con il seguente ordine:

    • Ospite o parenti di primo grado dell’ospite residenti del Comune di Padenghe sul Garda e Polpenazze del Garda
    • Ospite residente in uno dei Comuni della Valtenesi
    • Ospite residente in altro Comune della Provincia di Brescia
    • Ospite residente in altro Comune della Regione Lombardia
    • Ospite residente in altra Regione

E’ data facoltà al presentatore della domanda di rinunciare all’inserimento in RSA fino ad un massimo di due volte, senza che la rinuncia comporti il decadere della domanda. Alla terza rinuncia la domanda decade. In caso di rinuncia temporanea all’inserimento, la relativa domanda viene trasferita in coda alla lista di attesa. La domanda ha validità un anno, trascorso il quale decade automaticamente, salvo la presentazione della richiesta di rinnovo da parte dell’interessato.

Qualora si presentasse la disponibilità di un posto la segreteria prende contatto con i famigliari per predisporre l’ingresso dell’utente in RSA. Ogni Ospite che viene dichiarato idoneo all’accesso in struttura effettuerà l’ingresso su posto autorizzato non convenzionato con l’Azienda Sanitaria ed ogni qual volta si libera un posto accreditato,  convenzionato con l’Asl, la Fondazione provvede, in accordo con la famiglia, ad effettuare la valutazione per il passaggio di un Ospite su posto autorizzato come stabilito nel "Regolanto cambio di regime all'nterno della Rsa".

All’atto dell’ammissione in RSA, il presentatore della domanda deve sottoscrivere l’apposito fascicolo informativo e “contratto di ammissione” nei quali sono formalizzati gli obblighi che lo stesso si assume nei confronti della Fondazione e vengono consegnati in copia il codice etico adottato dal consiglio di amministrazione e la carta dei servizi della Fondazione.

Poiché il ricovero in RSA prevede la partecipazione al costo del servizio da parte dell’interessato o dei familiari “tenuti agli alimenti” (a norma del codice civile, il coniuge, i figli, ecc.) l’inserimento in struttura dell’utente è condizionata alla firma del contratto d’ingresso – da parte dei familiari – quale fideiussore obbligato in solido con la Fondazione.

La Fondazione si riserva di provvedere alle dimissioni dell’Ospite, dopo un periodo di degenza di giorni quindici, qualora insorgessero motivi, che a discrezione della Fondazione, comportassero l’impossibilità di vivere in comunità con gli altri Ospiti.