Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies.
Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, clicca qui
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookies

SG Top Navigation

Chi siamo

La finalità della Fondazione F.lli Beretta - S. Giuseppe per la Valtenesi Onlus è quella di erogare prestazioni residenziali e socio assistenziali di media o elevata complessità, nel rispetto della dignità della persona, del suo bisogno di salute, dell’equità nell’accesso all’assistenza, della qualità delle cure e della loro appropriatezza, dell’economicità nell’impiego delle risorse, in coerenza con i principi e gli obiettivi espressi nei Piani Socio Sanitari Nazionali e Regionali.

La struttura è classificata come Residenza Sanitario Assistenziale per anziani non autosufficienti ed stata autorizzata dall’ASL di Brescia con determinazione n. HP/395 prot. 0123667 del 09/09/2011 per 30 posti accreditati (ospiti non autosufficienti) e 30 posti autorizzati (ospiti autosufficienti).

Possono accedere alla struttura sia Utenti residenti, nei comuni di Padenghe sul Garda e Polpenazze sul Garda, che residenti in comuni limitrofi o in provincia di Brescia.L’inserimento della lista d’attesa è disciplinata da apposito regolamento.

 

La Storia

La Fondazione F.lli Beretta S. Giuseppe per la Valtenesi nasce nel 2010 dalla fusione della RSA S. Giuseppe di Polpenazze del Garda e dalla Casa Albergo F.lli Beretta di Padenghe sul Garda. La caratterizzazione del nome deriva dalla volontà della fondazione di portare avanti le radici da cui derivano le strutture.

La Casa Albergo nasce da un lascito della famiglia Beretta come casa di riposo per ospitare i vecchi contadini di Padenghe e successivamente diventerà un Istituto Pubblico di assistenza e beneficenza (IPAB).

La Casa di Riposo Polpenazze nasce invece da un lascito del Don Galvani il quale intitolò la struttura a “San Giuseppe”, Santo al quale lui era molto devoto. La struttura era una casa di carità destinata all’accoglienza delle persone abbienti di Polpenazze. Successivamente la struttura viene accreditata dalla Regione Lombardia e diventa una residenza sanitaria assistenziale (RSA).

Nel 2004 a seguito della Legge Regionale nr. 1 del 2003 le strutture si sono trasformate in Fondazioni.